Page N1

Press here to move onto page N2

In questo piccolo progetto non troverete certo alcuna novita di rilievo rispetto a quello che finora siete stati abituati a leggere o a vedere di persona su di una antenna Yagi, a parte la costruzione meccanica piuttosto sull'abbondante.
Questo perche abito in una zona costiera, dove in primavera e autunno si e sottoposti all'azione del vento in modo piuttosto insistente, e a notevoli temporali estivi che si abbattono frequentemente, per non parlare poi del peso del ghiaccio d'inverno che,
 
   
si forma abbondante a causa delle nebbie persistenti nella bassa padana,
Quindi, dopo aver sperimentato di persona sulie mie antenne tutti questi effetti, e avendo seguito in radio anche le peripezie degli altri amici che sono stati duramente colpiti da disavventure derivanti dagli agenti atmosferici, ho pensato di costruire qualche prototipo usando cio che mi piaceva di piu delle varie antenne commerciali e avvalendomi anche della letteratura esistente, specie quella americana, e, per la realizzazione pratica, della preziosa collaborazione del buon Diego IW4DXU.
Dalla fig.1 si pud vede-re come e strutturata l'antenna, una sei elementi lunga poco meno di sei metri, il boom in tubo di alluminio del diametro di 40 mm, dove sono montate tramite dei cavallotti a U delle piastre di alluminio opportunamente sagomate e forate, come si vede in fig. 3; su tali piastre con cavallotti di dimensioni adeguate, (fig. 4), vengono montati tutti gli elementi.
Come si vede dalla fig. 3, le cinque piastre che montano gli elementi parassiti sono perfettamente uguali tra di loro, mentre la sesta, che monta l'elemento radiatore, ha le dimensioni leggermente diverse, e anche gli interassi della foratura e i due cavallotti ad U che tengono l'elemento sono diversi.
Il dipolo dell'antenna e alimentato con un sistema a hairpin, accoppiato ad un balun in cavo coassiale della lunghezza di 1975 mm (fig.6).
Per le dimensioni fisiche dell'hairpin vedasi fig. 7, esso e costituito da un tondino di alluminio del diametro di 5 mm, le cui estremita vengono schiacciate opportunamente con un martello fino ad avere una sorta di piccole palette che verranno forate con un interasse di 640 mm, nei fori passeranno le viti di M4 inox di ancoraggio al dipolo, assieme verranno fissati anche i capicorda dei due spezzoncini di filo che collegano le estremita del balun, il montaggio di tutto il sistema e chiaramente visibile nella fig. 2.
   
Yagi 6 elementi per i 6 metri Attenzione, i capicorda sono di rame stagnato e, per nessuna ragione, devono essere messi a contatto diretto con parti di alluminio, pena la distruzione di quest'ultimo per elettrolisi, percio interporre sempre delle rondelle di acciaio inox, e dopo aver stretto tutte le parti passare uno strata di grasso al siliconi ottimo per evitare ossido.
Se nella scatoletta di plastica per impianti elettrici, assieme ai due capi del balun, si salda anche uno spezzone di discesa di lunghezza opportuna a raggiungere il mast di sostegno dell'antenna, in un future dovrebbe essere possibile inserire anche un preamplificatore, senza dover smontare tutto, ma ciascuno di noi prendera le decisioni che gli sono piu gradite.
I 1975 mm di cavo RG 213 che servono a costruire il balun, potrebbero essere piuttosto ingombranti da sistemare sul boom, ma si puo tranquillamente fare una matassina di un paio di spire del diametro di 200 mm, e dopo averla ben nastrata, e con fascette, la si applica al boom con le sue estremita infilate opportunamente nei fori di passaggio, che avremo praticato nella scatoletta.
Ricordatevi di fare un piccolo supporto isolato per I'hairpin, in modo da renderlo solidale con il boom, cosi da fornire un ottimo supporto a tutti i volatili della zona.

>Segue>>>

   
by IK4CNQ - IW4DXU Measurecalc V2.2 - Convert metric