Press here to move onto page menu

Come accordare un'antenna filare

accordare un'antenna filare

Il socio Franco Righelli ha ottenuto la licenza, ma appena ha proposto ai condomini il suo progetto di una antenna piuttosto grande
si e' scontrato con un assoluto rifiuto.
Ora egli e demoralizzato cosa me ne faccio della licenza se non posso avere l'antenna?"
Risponde I4SN
Caro Franco, ti faccio una domanda: e meglio aspettare la fine della vertenza in pretura per avere il meglio, oppure andare subito in aria con un sistema un po' meno efficiente ma operativamente molto funzionale.
La mia risposta e ovvia subito un bel filare che non urta la suscettibilita' dei tuoi avversari.
Ed ecco la soluzione. Abiti ad un piano alto, quindi sei avvantaggiato. il filo parte dalla finestra, si ferma ad un sostegno con isolatore, che puo' essere ad un angolo del casamento, di qui parte verso lo spazio libero, fino ad arrivare ad un altro tetto
piu' accogliente, oppure ad un albero.
Lunghezza del filo? La massima possibile, 20 mt o giu' di li' vanno bene per la gamma 7 MHz e maggiori; per gli 80 m, aggiungi quando necessario - un filo che penzola verticalmente dalla finestra, lungo la facciata fino ad arrivare ad un paio di metri dal suolo,affinche' le persone, toccandolo quando trasmetti, non prendano la scossa.
Per la maggiore efficienza, l'antenna deve essere lontana dai muri; tieni presente che irradia dall'accoppiatore (vicino alla finestra) per tutta la sua lunghezza parte in salita e parte orizzontale o quasi.
Non e affatto necessario che la lunghezza sia 20 mt esatti; qualsiasi lunghezza va bene non formalizzarti io adopero 33 metri, perche questo
era il massimo spazio di cui potevo disporre, fra la casa ed un palo che ho messo all'estremita' piu' lontana del prato.
Un ricetrasmettitore commerciale richiede una impedenza di uscita pari a 50 ohm; all'estremita' del filo si hanno impedenze qualsiasi di norma alte: occorre percio' un accoppiatore.
Lo schema di questo pannello e visibile in fig. 2: si tratta di una bobina di grande diametro (6 - 7 cm) in filo nudo.
Con filo di 2 mm, spaziate di un diametro, avvolgi 25 spire, che vanno bene per le gamme di 7 MHz e piu' alte.
Per i 3,5 MHz puo' darsi che CV vada messo al minimo e l'accordo si trovi con la sola induttanza; altrimenti ti aiuterai con una grande capacita' in serie al filo, ad esempio un condensatore triplo ricavato da un vecchio ricevitore domestico, con le tre sezioni connesse in parallelo, in modo da ottenere oltre 1000 pF.
CV di fig. 1 ha una capacita' di 150 pF; la L e montata su strisce isolanti e colonnette (tutto in plexyglas); con una piccola pinza di coccodrillo si cortocircuitano le spire, in modo da trovare sperimentalmente la migliore combinazione.
Con CV meta' aperto, si spostano le spire in modo da avere il piu' basso ROS possibile; poi si agisce su CV per affinare, in modo che ROS non sia maggiore di 2.
Molti suggerimenti in merito, li troverai nel manuale "Radioantenne".
Author I4SN - Rewritten by I1WQR

Measurecalc V2.2 - Convert metric