Antenna fra due carrucole

Press here to move onto page menu

[Click to enlarge image]
antenna

Naturalmente questa antenna,di cui troverete più sotto uno schema di massima, fa parte delle antenne povere, ossia delle filari, antenne da poche migliaia di lire che qualche volta, con le attuali apparecchiature, fanno dei miracoli.Io personalmente l'ho paragonata ad un filo di quello che usano ancora in alcuni luoghi d'Italia per stendere i panni tra due finestre. Due carrucole, che poi vi illustrò come, tese tra due appigli di giusta misura e un bel filo che gli gira attorno. Questo filo è interrotto con un isolatore e per quanto strano sembri abbiamo fatto una folded-dipole di vecchia memoria. Quindi alimentazione a 300 ohm. Ma il bello è che tagliandola di una giusta misura e facendo scorrere sulle carrucole il centrale avremo una antenna che, vedi caso, va ad essere un dipole dall'aspetto e configurazione un pò strano, ma che accorda sia sulla fondamentale che su frequenze armoniche o quasi. Per un'antenna tagliata per i 7 MHz, in 28 sarà lunga piu volte la sua lunghezza fisica e quindi un certo guadagno sicuramente lo possiede rispetto ad un dipolo.Tagliata per gli ottanta, fa tutte le bande comprese le WARC. L'autore I0TWA, a cui và il merito della scoperta, ha provato e riprovato questa configurazione sia come dipolo vero e proprio che come inverted V, con un balun 6:1 alimenta un cavo RG58 per non appesantire il tutto e poter far scorrere facilmente il punto centrale.Testata con un analizzatore di antenna AEA, quello per intenderci con il display, ha veramente del sorprendente per lo SWR. I vari punti di accordo che si trovano facendo scorrere da un lato e dall'altro il centrale permettono di azzerare completamente le onde stazionarie, adattando quindi la giusta coniugazione tra apparecchiatura e antenna. Un pò come il cut and try degli americani.Alimentando con piattina TV otteniamo un'antenna che facilmente si presta per il portatile o come antenna vacanziera, leggerà, di buon rendimento e soprattutto economica ad oltranza, che poi non guasta.Naturalmente dalla parte di sotto, visto che abbiamo 300 ohm, e d'uopo e piuttosto igienico configurarla con un adatto accordatore.Parlando e teorizzando, come in tutte le cose che si sperimentano, molti sono stati i barlumi mentali con elucubrazioni piu o meno spinte di tesi tecnico-pratiche, di fatto è che, tralasciando tutto ciò dopo aver visto e provato, come San Tommaso, ho deciso di finire in pace quella benedetta cena che oramai era ben fredda ma sicuramente valeva la pena di interrompere. Provate, funziona sul serio, parrebbe strano ma e così e naturalmente onori e gloria a chi ancora in questi tempi moderni di telecomunicazioni da modo alla mente di spaziare con la ricerca e la sperimentazione, dimenticando per un momento di pigiare solo bottoni.

I0TWA - Rewritten I1WQR