Page N°1

Press here to move onto page N°2

 

Interfaccia per Dx Cluster

 
Questa semplice interfaccia nasce dalla necessita' di avere un mezzo piccolo e pratico da usare per ricevere il DX-Cluster durante le vacanze estive, ed ecco che andando a rileggere i manuali di istruzione di vari programmi come Ham-comm o Jvfax si materializza l'idea di iniziare la costruzione di questo semplice circuito che usato insieme al programma Pktmon esplicala funzione di monitoraggio del DX-Cluster.
Ma veniamo alla costruzione di questa semplice interfaccia: lo schema e' quello classico, un operazionale e una decina di componenti passivi di contorno che assolvono alla funzione di squadratore del segnale di bassa frequenza per trasferirlo alla porta seriale del PC tramite il piedino 6 del connettore a vaschetta 9 poli. L'operazionale e un uA741 ed e' alimentato dalla stessa porta seriale tramite i piedini 4 e 7, che in combinazione con i diodi D1-D2-D3-D4 e i condensatori di livellamento
C2 e C3, generano la tensione continua necessaria riferita alla massa del piedino 5 delia seriale del PC.

Un condensatore da 100nF in ingresso separa dalla continua l'ingresso dell'interfaccia, e il trimmer R5 da 50k regola il livello del segnale di BF.
Questo e tutto quello che c'e da dire su questa piccola interfaccia che puo' essere usata oltre che per il Packet anche per ricevere i vari modi
digitali contemplati nei programmi come Ham-comm 0 Jvfax quindi RTTY-CW-AMTORŽSSTV-FAX.
C'e da dire comunque che mentre per i fax e le cartine meteo in HF e una eccellente interfaccia, per la ricezione delle cartine inviate
dai satelliti polari (NOAA-MET ecc.) non e adatta in quanto questi ultimi inviano segnali modulati in AM, a differenza di quelli in FM di tutti i modi precedentemente indicati. Comunque sto gia' lavorando per un accessorio aggiuntivo che permetta anche la ricezione di questi segnali.

La realizzazione pratica di questa piccola interfaccia e' estremamente semplice e puo'essere fatta usando una basetta millefori o come ho fatto io, con specifico circuito stampato, di cui rendo disponibile il master.
Come potete vedere io adotto il sistema della fotoincisione casalinga e devo dire che dopo aver sperimentato tutti i sistemi (leggasi lampada solare, lampade alogene, tubi al neon, pellicole professionali, pellicole fatte in casa), ho trovato il sistema per fare degli stampati
Andrea Baldini - I5-3400/FI  - Riscritto by I1WQR