Page N2

Press hereto move onto page menu

e di circa 15 ohm, ma per l'adattamento vedremo in seguito. Potevo scegliere di avere un'impedenza prossima ai 50 ohm cosi da adattare piu facilmente l'antenna alla linea d'alimentazione, ma avrebbe guadagnato solo 0,5 dB. Questi dati si possono ricavare da dei grafici che si trovano su molti libri che parlano d'antenne tipo Yagi, infatti, ognuno puo scegliere di far lavorare l'antenna come meglio vuole ma visto che a me interessava il massimo guadagno, ho voluto sintetizzare la descrizione inserendo solo il necessario.
Scegliendo una spaziatura tra dipolo e direttore di 0,1 lambda lunghezza d'onda si ha il massimo del guadagno. Se sceglievo di inserire il riflettore invece del direttore, la spaziatura sarebbe stata di 0,2 lambda, esattamente il doppio, quindi un'antenna piu grande; ecco il motivo della scelta del direttore al posto del riflettore.

 

Calcolo e costruzione
Si parte nel calcolare la lunghezza d'onda della frequenza (centra banda) sulla quale far lavorare I'antenna:
lambda (metri) = 300/MHz, nel nostra caso:
300 : 18,100 = 16,57m quindi la spaziatura tra direttore e dipolo sara di:
0,1 x 16,57 = 1,66 m II dipolo (detto anche radiatore):
147 : 18,100 = 8,12 m Per il direttore si usa la formula:
139: 18,100 = 7,68 m

 
In Fig. 1 e riportato lo schema completo dell'antenna con le relative misure che sono tutte in centimetri; sono stati usati dei tubi in alluminio anodizzato di vario diametro e spessore 2 mm. Per il boom (tubo sul quale sono montati il direttore e il radiatore) ho usato un quadrato 3x3 cm che avevo in casa, ma si pub usare qualsiasi altro supporto, l'importante e rispettare la spaziatura. I tubi da 2,5 cm entrano in quelli da 3 cm per 30 cm, quelli da 2 cm entrano in quelli da 2,5 cm per la lunghezza opportuna in modo da lasciare all'esterno la misura indicata. Nella parte che entra dentro il tubo e meglio mettere un po' d'olio in modo da diminuire al massimo I'attrito che ci sara tra i tubi, cosi da permettere un'age-vole taratura.
Come detto prima, bisogna adattare l'impedenza di 15 ohm circa ai 50 ohm della linea; per fare cio ho scelto il sistema "gamma match", ma si puo adattare anche con altri sistemi. Ho scelto il "gamma match" perche e semplice da costruire, si collega al centra dell'elemento radiatore senza spezzare il dipolo in due cosi da avere una maggiore robustezza, ed infine, converte un segnale bilanciato in uno sbilanciato cosi da evitare l'uso di un balun. Come si vede sempre nella Fig. 1, e importante collegare la calza della linea d'alimentazione esattamente al centra dell'elemento radiatore e il centrale ad un tubo d'alluminio di lunghezza calcolata (30.000 : MHz):16 = Lungh. in cm.
Cortocircuitato da un ponticello mobile, il quale serve per la taratura. Se il tubo ha diametro uguale al radiatore, si puo collocarlo a 5-10 cm di distanza; se e minore, il rapporto d'impedenza aumenta al variare della spaziatura (come avviene nel folded-dipolo). Ognuno puo decidere di assemblare i pezzi come vuole, rimportante e, ovviamente, rispettare le misure; per gli elementi io ho adottato il sistema che si vede in Fig. 2, dei ferma tubi fatti in ferro (purtroppo). In Fig. 3 si vede, in particolare, come ho collegato la linea all'antenna, utilizzando una scatola per impianti elettrici da esterno e montando tramite una squadretta di ferro zincato il PL. Infatti, la squadretta, tramite un bullone passante per l'elemento radiatore, e collegata al centro. Il polo centrale invece e collegato con un faston all'elemento del gamma match.

 

 

 
Taratura
La taratura e stata eseguita montando 'antenna su un palo telescopico a 4 m circa da terra. Per prima cosa bisogna verificare dove risuona l'antenna (minimo R.O.S.): nel mio caso risuonava piu in su di frequenza, quindi ho allungato gli elementi di circa 10cm per portarla a risuonare sull'intera banda, dopo di che ho regolato il ponticello del gamma match fino ad arrivare ad un R.O.S. 1:1 su tutta la banda e oltre. Questa e la prima taratura perche, quando si installera sul tetto, potra cambiare; nel mio caso e cambiato di poco ed aggiustando ancora le misure e ritornata in perfetta risonanza. Perdeteci pure del tempo per la taratura, non accontentatevi di un R.O.S. accettabile visto che si puo arrivare a 1:1, altrimenti almeno a 1:5.
 

Yagi 2 elementi per i 18mhz

 
Conclusione

Nella Fig. 4 si possono vedere le caratteristiche teoriche dell'antenna dopo la simulazione al computer. Come si vede, l'antenna, per la sua semplicita, ha un ottimo guadagno e da prove fatte, e notevolmente migliore del dipolo di prima. Il dipolo e la Yagi sono diretti nella medesima direzione e collegati tramite un commutatore d'antenna, cosi da poter rendermi conto delle differenze. Tutti i segnali provenienti dalla direzione della Yagi sono di gran lunga superiori, da SO passano a S5-6, mentre per i segnali che arrivano da dietro, sono piu forti nel dipolo: questo dimostra che l'antenna ha anche una buona attenuazione avanti/retro che dovrebbe aggirarsi intorno ai 12-15 dB. Anche se l'indicazione dello strumento del mio TS570D non e molto precisa, quello che pero' non si puo contraddire e la qualita con cui si ascoltano le stazioni ricevute. Infatti, in caso di QSO con segnali deboli, con una lieve difficolta a capirsi, in direttiva i segnali vengono notevolmente amplificati da permettere QSO senza alcun problema. Sul mio sito all'indirizzo www. cristian.caorle.com ho inserito un file MP3 dove si sente perfettamente la differenza in un QSO con gli Stati Uniti.
In Fig. 5 e visibile l'antenna finita.
Nella descrizione, come molte volte accade di trovare, l'autore cerca di spiegare in modo piu semplice e completo possibile senza tralasciare nulla ma, com'e capitato anche a me, non tutti riescono a capire perche e stato dato qualcosa per scontato che per il lettore tanto scontato non era; e per questo che chiunque volesse scrivermi al mio indirizzo di posta elettronica iz3gak@ alfa.it per ulteriori delucidazioni, commenti o migliorie saro a completa disposizione, anzi se ne costruite una scrivetemi per raccontarmi la vostra esperienza.
Buone costruzioni e buoni DX.

 
 
   
By IZ3GAK http://www.iz3gak.it - riscritto da I1WQR